La varietà di colori che dipingono il paesaggio autunnale non trova uguali in nessun altro periodo dell’anno ed è la stagione perfetta per intraprendere delle escursioni tra i boschi della nostra Valle. Le prime luci del giorno permettono di osservare come il timido sole, con il suo ormai tenue calore, accarezza le foglie ricche di colori e sembra quasi voler assaporare i frutti e le bacche che l’autunno offre.

Il rosso gioca un ruolo fondamentale nelle pennellate di colori, che creano un magnifico quadro impressionista, intenso e dalle mille sfumature, che ritrova la sua vivacità negli innumerevoli frutti e bacche che adornano i boschi. Le bacche di rosa canina si sostituiscono al verde del fogliame;  le innumerevoli ombrelle di sambuco mature, di un viola intenso, quasi nero, hanno preso il posto dei fiori bianchi, stellati e lievemente profumati; le bacche di ginepro blu e speziate fanno capolino tra i verdi aghi; le more selvatiche lucenti e un po’ acidule si nascondono negli intricati rovi;  la gustosa castagna esce da un riccio spinoso nascosto dal fogliame; le nocciole dorate sono prezioso bottino per i piccoli roditori come scoiattoli e ghiri; le grandi e saporite noci sono ancora avvolte nel loro verde mallo.

Tutti frutti gustosi che ispirano anche creatività in cucina.

 

Confettura di bacche di rosa canina, ricca di vitamina C e di sali minerali

Ingredienti: 1 o 1,5 kg di bacche di rosa canina; 600-800 grammi di zucchero; 1 limone.

Preparazione: rimuovere dalle bacche i semi, riempire una pentola d’acqua e portarla ad ebollizione, gettarvi le bacche e lasciare cuocere per una ventina di minuti. Quando i frutti saranno morbidi, scolarli e frullarli fino ad ottenere un composto omogeneo. Prendere un colino a maglie non troppo grandi e filtrare. Mettere sul fuoco la polpa ottenuta e aggiungere lo zucchero (circa un terzo del peso della polpa)  e lasciare sobbollire per circa venticinque minuti. Quando la confettura sarà sufficientemente densa aggiungere la buccia grattugiata finemente di un limone bio. Versare la marmellata in vasetti sterilizzati e capovolgerli per favorire l’eliminazione dell’aria.

 

 Vino di sambuco

Ingredienti: per ogni chilo di bacche di sambuco si utilizzano 200 grammi di zucchero, meglio se integrale e di canna.

Preparazione: Separare le bacche di sambuco dal ramo, lavarle con cura e riporle in un tegame di acciaio inox e cuocerle fino a quando non saranno completamente asciugate e saranno rimasti succo e buccia divisi. Filtrare il succo con una tela e rimetterlo sul fuoco aggiungendo lo zucchero; cuocere agitando il contenuto fino a quando avrà raggiunto una consistenza sciropposa.

Poiché il vino di sambuco è molto diuretico va bevuto sempre diluito, in dose di un cucchiaio di succo di bacche di sambuco in un bicchiere di acqua.

 

Liquore di bacche di ginepro

Ingredienti: 100 gr. Di acche di ginepro; 10 gr. di punte di rametti di ginepro; 100 gr. di zucchero; 400 gr. di alcool 90°; 500 gr. di acqua.

Preparazione: schiacciare le bacche di ginepro; metterle a macerare nel vaso assieme allo zucchero, all’alcool, all’acqua e alle punte dei rametti. Mescolare bene con un cucchiaio ogni due giorni e lasciare in infusione per 20 giorni, quindi filtrare. Se il liquore non risulta limpido filtrarlo nuovamente attraverso un foglio di carta da filtro. Imbottigliare e lasciare invecchiare per almeno due mesi.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>