La nostra Valle è davvero ricca di tesori. Tesori per la vista, con i suoi meravigliosi paesaggi, con i suoi colori vividi che mutano col mutare delle stagioni, in una caleidoscopio sgargiante. Tesori per le orecchie, con i suoi immensi silenzi, con il ronzio delle api, il cinguettio degli uccelli, la canzone del vento tra i larici, o il suono soffice della neve che cade. Tesori per l’olfatto, con i mille tipi di fiori, e l’odore freschissimo del bosco, dei sempreverdi che ondeggiano lenti. Tesori per il tatto, per il legno liscio, il muschio morbido, la lana calda.

E, naturalmente, una menzione d’onore va al gusto. Noi di Maison du Tatà ci teniamo a farvi amare la nostra Valle per tutto ciò che può offrirvi, e così ecco un nuovo spazio dedicato alla cucina Valdostana e alle sue ricette uniche! Naturalmente rielaborate da noi, per i nostri ospiti e i nostri amici!

Ecco per esempio una ricetta semplice e veloce, ottima per un aperitivo o un antipastino,  magari unita a un bel tagliere di salumi e formaggi locali.

Ingredienti:
pane di segale, preferibilmente cotto nel forno a legna;
miele di castagno, meglio se quello di “L’apiario di Antey”, leggermente ambrato, dall’odore aromatico e dal sapore amarognolo;
lardo di Arnad D.O.P, che deve la sua peculiarità all’alimentazione del maiale a base di castagne e ortaggi, alla stagionatura con l’impiego di aromi quali aglio, sale, rosmarino, alloro e salamoia e alla conservazione in recipienti artigianali in legno di castagno, denominati “doil”, che rendono questo salume piacevole e gustoso al palato.

Procedimento:
Tagliare il pane di segale a fette non troppo spesse e tostarlo leggermente, secondo il vostro gusto. Spalmare sul pane un velo di miele e adagiarvi sopra una fetta di lardo.

Consigliamo l’abbinamento con il vino bianco Petit Arvine dal gusto equilibrato e dalla vivida mineralità. Il vitigno è così chiamato per i suoi piccoli acini. Originario del paese di Chamoson nel Vallese svizzero, è stato introdotto in Valle d’Aosta negli anni ‘70 dall’Institut Agricole della Valle d’Aosta.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>