“Keep calm & carry on” è stato sicuramente coniato osservando il mondo segreto e perfetto delle api. Queste piccole, meravigliose creature vivono e lavorano all’unisono giorno dopo giorno, stagione dopo stagione, come una macchina dal moto perpetuo.
L’amore per la nostra Valle e la consapevolezza dell’importanza di custodire la biodiversità sono la linfa di “L’Apiario di Antey” che, con la sua piccola attività, sostiene il contributo fondamentale delle api all’impollinazione delle piante selvatiche e quindi la loro sopravvivenza.
La produzione di miele di “L’Apiario di Antey” è limitata. Preleviamo dagli alveari delle nostre api unicamente l’esubero del miele prodotto, ovvero circa ¼ della produzione, in quanto la maggior parte di esso è necessario al sostentamento dell’alveare. Inoltre, garantiamo che le nostre api si nutrono esclusivamente di fiori valdostani.

Lo sapevate che.…
– in un’arnia durante la bella stagione la famiglia delle api può raggiungere fino a 80.000 esemplari e durante la stagione fredda il loro numero si riduce fino a circa 20.000?
– la società delle api ha una semplice ed efficiente organizzazione, un’ape regina, poche migliaia di fuchi, decine di migliaia di api operaie, e che ogni membro della famiglia è indispensabile alla sopravvivenza dell’intero nucleo?
– l’ape regina nasce in 16 giorni, si accoppia una sola volta e può deporre fino a 2.000 uova al giorno?
– Il fuco è il maschio dell’ape e il suo unico ruolo è quello di fecondare l’ape regina?
– l’ape operaia in primavera/estate vive mediamente 30/40 giorni, i primi 20 giorni di vita li trascorre all’interno dell’alveare per accudire l’ape regina, i fuchi, le uova e solo successivamente è promossa al ruolo di bottinatrice per rifornire l’alveare di nettare, polline e acqua?

Che cosa aspettate? Venite a trovarci e soddisferemo ogni vostra curiosità su questo piccolo, dolce mondo dorato!

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>